* Violenza sulle donne: tolleranza zero


11034373_10153581985824186_7348280485188501575_oNessuno può dare niente che sia al di fuori di quanto, ciascuno di noi, costruisca faticosamente per se stesso, per la propria vita, per la propria quotidianità e benessere e erotismo e affettività e sensualità…insieme agli altri, certo! Ma ogni cosa che nella vita si conquista è messa a fuoco da noi stessi, è un nostro obiettivo, più o meno consapevole, un nostro percorso, più o meno scelto,  è comunque qualcosa che ci siamo guadagnati duramente, con  perseveranza e cocciutaggine, con lacrime rabbia rassegnazione delusione e una vasta  gamma di emozioni che fortunatamente noi donne siamo bravissime a mettere in campo! Che ricchezza!

Quindi nessuno, in alcun modo e in nessun momento può pensare che gli apparteniamo. Nessuno. Mai.
Non apparteniamo ai nostri genitori e non è pensabile appartenere ad un marito o a un fidanzato o a un amico particolare.
A nessuno.

Quello che di bello ci sarà nella vita, ognuno di noi l’avrà conquistato sudando duramente, nessuno regala nulla.

E allora, se noi apparteniamo soltanto a noi stessi, se quello che vogliamo nella vita siamo disposte  a conquistarlo con le nostre forze, presentiamoci per quello che siamo senza indietreggiare di un passo su questo.

Tolleranza zero su qualsiasi atteggiamento che sia anche di poco, irrispettoso dell’interezza di una persona. Non accettiamo battute discriminatorie che non fanno ridere nessuno ma che evidenziano soltanto l’ignoranza e la meschinità delle persone che certe battute si permettono di farle e quelli che ne ridono.
Che siano vecchi rugosi o giovani aitanti a farle, indifferentemente.

Gli uomini che arrivano ad essere sfiorati dal pensiero di sopprimere una vita (che dicono di amare) dei segnali li portano con sé. Tolleranza zero sul pensiero di poter prevaricare un altro, di pensare che col tempo possa cambiare, di pensare che con noi sarà diverso e una marea di  altri atteggiamenti che portano distante dall’obiettivo primario di stare bene.

Non pensate che avere un uomo al fianco risolverà la vostra vita! Se osservate bene bene intorno a voi vedrete che è fondamentale costruire la propria vita pensando al proprio benessere e non alle apparenze!
È vero, da noi sembrerebbe più facile vivere all’interno della formazione familiare costituita ed è ancora piuttosto discriminatorio essere una donna separata o anche una madre single o una ragazza single. Ma se guardate bene bene ci sono tante coppie che somigliano più a scatole vuote che a famiglie.

E poi, vivere senza tener presente quello che ‘la gente dice’ non ha prezzo. Come non ha prezzo la propria libertà nel pensare immaginare e condurre la propria vita, arrivare a delle scelte per le proprie personali convinzioni e per i propri desideri, e questo indipendentemente dal proprio stato civile.

Nella vita si acquisisce valore strada facendo e si impara a capire che nei rapporti, quando l’opinione del partner crea disagio, pressione, nervosismo e sfiducia molto spesso riguarda una manipolazione e per questo va immediatamente contrastata; non valorizzare quello che siamo è già un ottimo segnale per riflettere sulla relazione che stiamo vivendo. Questo lo si impara ma quelle meravigliose giovani che cadono vittime  dei loro giovani ex? Ecco, allora per le giovani è vitale che diano valore al proprio benessere e che ogni prepotenza ogni gesto arrogante ogni pretesa di potere sulla propria persona debbano essere fortemente contrastati, confidati e se grave anche denunciati.

Non è più accettabile che a un uomo possa venire in mente di poter uccidere una donna con cui ha condiviso l’intimità.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...