1. Comunicazione: Io la penso così (lettera all’amico saggio caduto dal calesse)


La saggezza ostacola le scelte durature, le scelte che appagano i sentimenti e tutto il proprio essere e alla lunga fa deviare le ragioni del cuore e le scelte più vere. Questo vale per tutto ciò che non è una polizza assicurativa, per esempio!

Quando si fa appello alla saggezza significa che si è dato maggior credito alla razionalità, alla convenienza, molto spesso alle apparenze, a quello che gli altri considerano più appropriato e adeguato. Ecco ci si adegua, ci si uniforma e subito dopo si sente di aver fatto la cosa migliore, ci si sente in pace con se stessi.
È il tempo che poi deve convalidare le scelte del cuore ed allora cominciano i guai.

Tu amico che hai molti più anni di me e una esperienza sentimentale decisamente più affollata della mia, dovresti saperlo che l’intelligenza, il tornaconto, la saggezza come la ragionevolezza in amore non contano!

La convenienza umilia l’esistenza.

È l’istinto il desiderio la curiosità che valorizzano alla lunga l’esistenza!

***l’argomentazione che l’amore finisce e la convenienza magari dura è simpatica e intelligente ma noi qui abbiamo tante voglie e una di queste è di parlare il più possibile di situazioni o persone positive. I manipolatori, i già-spenti, i ciuccia-energia non sono apprezzati e c’è un solo modo per fronteggiarli e schivarli:

– osservarli nel tempo

– spingersi molto oltre per verificare fino in fondo

– quindi, una volta verificato il valore del loro mondo rispetto al nostro, lasciarli a quello che per noi è la loro modestia, al loro arrabattarsi nel dimostrare il contrario anche e soprattutto a se stessi (invocheranno scusanti accusando la piccola peste di aver agito a loro insaputa dando un’ulteriore prova di essere scarsamente dotati, se mai fosse necessario ribadire il raccapricciante e molle concetto!) e a quanto poco madre natura abbia offerto loro.
Tanto, i più attenti, anche se ‘-.-_.’, ne hanno percezione di esserlo…
– qui (se pensavate che parlassimo di voi!) normalmente non ci riferiamo alle ‘-.-_.’ e quando lo facciamo lo esplicitiamo apertamente;

se non lo vedete scritto simbolicamente è perché non ci stiamo rivolgendo a voi!

La tecnica, che ormai da decenni mi viene praticamente spontanea, è data dal mio primo formatore, dr Pozzi, e, bella idea! vi parlerò di altre tecniche, del colino del caffè, dei sassolini lanciati, della scimmia con noi in moto.. …

Shot by ma.gia

Annunci

6 pensieri su “1. Comunicazione: Io la penso così (lettera all’amico saggio caduto dal calesse)

  1. Ho un futuro brillante allora. Non credo nel fato e non penso che una sola persona possa trascorrere con soddisfazione un’intera vita vicino ad un’altra. A me piacciono le situazioni autentiche!

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...