#acrosstheuniverse #olio: vuoi una persona buona? Friggila!


Ancora olio.

Eh sì, a giudicare dalla cronaca dell’estate ancora olio delle scatolette disperso e, quel che è drammatico nell’immediato, scatolette di latta aperte lasciate in spiaggia.

Ancora una volta quindi ci diamo da fare perché il nostro semplice gesto quotidiano non arrechi danni. Come più volte ho avuto modo di dire, una volta che si è acquisita la nozione del danno ambientale non possiamo far altro che adeguare e cambiare con semplicità quel gesto dannoso. Prendiamo un contenitore del detersivo per lavatrice, per esempio, che ha l’apertura ampia e quando abbiamo raffreddato l’olio di frittura o quando apriamo una scatoletta di tonno ci raccogliamo l’olio! È semplice!

A me il fritto piace quando la pastella è lenta, acquosa e quello che friggo è avvolto totalmente ma è visibile e la pastella trasparente; ho una teoria sulla pastella e secondo me deve essere solo strumento per rendere croccante la salvia, i fiori di zucca…uhm, mi viene l’acquolina in bocca solo a parlarne…oppure tutto quello che friggo! Deve essere un velo trasparente…uhm…croccante che lasci tutta l’interezza del sapore a quello che c’è dentro.

Photo by ma.gia   ‘teorie per riflettere’

Annunci