#comunicazione: worst-case scenery


Se avete l’abitudine di immaginare in ogni situazione importante anche un worst-case scenery, sarete anche allenati a pensare ad un piano B.
Non lasciatevi intimidire dal fatto che sia in inglese, significa semplicemente prospettare la situazione peggiore, quante volte ci siamo dette ‘al massimo succede questo, che altro può accadere’, e semmai accada posso immaginare di….

In amore, se mi posso permettere un consiglio, non usatelo.

C’è un proprio modo di essere nelle persone che offre preziose indicazioni sulla loro bellezza d’animo, la loro gentilezza, la sicurezza in loro stessi e la loro autostima, il loro grado di amabilità in senso letterale: le reazioni nei momenti di stress.
E la bellezza d’animo, il buon carattere, l’intelligenza e l’ironia sono così sexi che, se ci sono non se ne andranno mai, ma soprattutto non stancheranno mai.

Ecco, una volta verificato che quello che avete visto e sentito non fa per voi, avete l’impressione di avere davanti un represso che non sa fronteggiare neppure una banale situazione data dai propri sentimenti, la persona è ‘poco dotata’ di signorilità, self control, considerazione di se stesso e il problem solving non è il suo forte, non attuate neppure il piano B; semmai il lato B mostratelo, soprattutto se tenuto ben sodo dalla corsa, poi girate sui tacchi 12 e abbandonate la scena!

Photo by .ms ‘Ahahahahahahah!!!’