#acrosstheuniverse: il rispetto della donna


Ogni persona ha il diritto di avere rispetto e le donne devono poter viaggiare da sole, fare jogging da sole, uscire da sole a tutte le ore del giorno e della notte senza la paura di subire aggressioni o di trovarsi in situazioni che possano sminuire la propria persona e la propria dignità.

Chi aggredisce un’altra persona o le manca di rispetto sicuramente ha problemi relazionali seri, di morale e di comportamento; difendersi con l’ironia e la compassione, purtroppo, è un fai da te che non ha esiti di cambiamento di nessun tipo.
Chi varca la frontiera del rispetto, che poi percorra o no gli altri step fino alle più estreme azioni, è comunque da considerare un immorale ed ha dimezzato il proprio valore come persona, che se ne accorgano o no le persone che ha vicino; è questo il salto nella mentalità che è importante effettuare. Chi manca di rispetto ad una donna potenzialmente può percorrerli quegli step in futuro, fuori o tra le mura di casa, chi non si è soffermato a pensare queste cose è un ‘coglionazzo’ e magari con intorno moglie, figlie, madre, colf, collaboratrici che non si rendono conto della reale posizione del soggetto, supponendolo persona stimabile, o non vogliono rendersi conto della meschina realtà dei fatti, o, in ultima analisi, non sono in grado, per intelligenza, per cultura, per convenzione sociale, per forma mentis…

Quando riempite questionari o schede di qualsiasi tipo tralasciate l’indirizzo, nessun privato, fosse anche un medico, dovrebbe avere motivo di chiedervi l’indirizzo della vostra abitazione, può sembrare una persona rispettabile ma voi non sapete esattamente con chi avete a che fare e chi vi sta davanti può sembrare una persona rispettabile senza esserlo davvero! 
In sintesi ricordatevi, nessuno può minimamente permettersi di mancare di rispetto ad una donna, spaventarla, minacciarla o seguirla, mentre fa jogging o viaggia sola o fa quello che ha voglia di fare!!!

Fate riprese, registrate, se necessario ‘mollate’ uno schiaffo al primo tentativo (come nei film di Monica Vitti o Claudia Cardinale degli anni ’60!) se la situazione così può essere risolta, poi parlatene e denunciate, ormai tutto è tracciato sul web e molto è tracciato nei luoghi che frequentiamo, per telecamere pubbliche e private, dichiarate o no, e dovesse accadere qualcosa…

Photo by ma.gia ‘Double portrait au verre de vin’


Annunci